manifesto

“Un film può anche essere proiettato su una parete o in una piazza. Non si può arrestare questo sviluppo. In una determinata situazione un film, proprio per la sua semplicità e immediatezza, anche se tecnicamente imperfetto, può essere più importante per un’azione, per il presente, per lo sviluppo politico di un paese, rispetto a un film girato in modo ineccepibile che però fa dormire la gente […]. La visione di un film dovrebbe diventare, se possibile, un’esperienza di vita”
(Joris Ivens, “Io-cinema. Autobiografia di un cineasta”, Longanesi, Milano 1979)
corto splash 2
illustrazione Guglielmo Manenti

Annunci

i 400 corti

Sono quasi 400 i corti, pervenuti da ogni parte del mondo! A breve sarà resa nota la rosa dei finalisti e i nomi della giuria.

IMG_6583