Cortosplash è tornato e ha imparato ad andare sott’acqua!

corto splash3

Glu Glu Glu

Raggiunge il terzo anno di vita l’unico festival internazionale che si svolge in spiaggia, “una sala cinematografica unica al mondo” come l’ha definita lo scorso anno il presidente di giuria Aurelio Grimaldi.
Quasi 1000 i corti provenienti da tutto il mondo nelle scorse edizioni e spiaggiati sulle sponde del lido di Rotondella
Molte le novità anche quest’anno ma intanto pinne, telecamere, occhiali e tuffatevi nel magico mondo di cortosplash, l’immancabile opera del visionario maestro Guglielmo Manenti ci accompagna e ci porta dritti al bando che scade il 20 giugno. Affrettatevi!

Vi aspettiamo numerosi

A presto per gli altri bollettini.

Lo staff di Cortosplash

  1. entry form in italiano cortosplash-italiano-2016
  2. entry form in inglese cortosplash english-2016

 

“Con le pinne

fucile ed occhiali

quando il mare

é una tavola blu

sotto un cielo di mille colori

ci tuffiamo con la testa all’ingiù

SPLASH

 

splash press & diary 2015

“Una sala cinematografica unica al mondo”  

Aurelio Grimaldi

IL DIARIO DELLE GIORNATE AL LIDO SPLASH e i comunicati stampa

Meravigliosa affluenza di pubblico, sdraio occupate in ogni ordine di posto ieri sera al Lido Splash per la prima di Cortosplash.
Il programma ha avuto inizio nel pomeriggio con la presentazione del libro di Paolo Baffari “Respira la terra” introdotto dal dottor Ferdinando Laghi durante la quale si è dibattuto di temi ambientali e cittadinanza attiva, si è poi proseguito con i corti in gara, momento che ha visto protagonisti alcuni registi in concorso presenti in spiaggia, Gaetano Plasmati, che ha presentato il suo “We will see” e Fausto Romano con “Cratta”.
Tante le persone giunte da ogni parte della Basilicata e dalla Puglia.
Nel pomeriggio di oggi al via la seconda giornata con l’ARCI La Tarantola di Rotondella che ci racconterà storie di pane e socialità ad animare lo spazio Splash Social Club ed in serata, dopo i corti in gara, evento speciale della giornata odierna il film di Aurelio Grimaldi “Alicudi nel vento” il quale è disponibile inoltre ad ricevere i book di coloro interessati a proporsi per il suo prossimo film.

sketches of ‪#‎cortosplash‬ 23/24/25 luglio GALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il pomeriggio “splash social club” del 24 luglio è stato dedicato a pane e socialità con i ragazzi dell’ ARCI LA TARANTOLA di Rotondella, che ci hanno racconteranno la loro esperienza comunitaria .
Forno di Mortella: piccole storie di comunità
La pratica “Comunità di pane” nata per recuperare la funzionalità di un vecchio forno pubblico ubicato in una piccola frazione (Mortella) del comune di Rotondella.
Dopo la proiezione dei corti con ospite del festival l’attore protagonista di “M’Arrabatto” Antonio Fraudatario, ha visto assoluto protagonista Aurelio Grilmaldi con il suo appaluditissimo nuovo film “Alicudi nel vento” che lo stesso Grimaldi si è detto entusiasta di aver portato nella magica atmosfera del Lido Splash. A presentarlo è stato Salvatore Verde noto giornalista,scrittore, studioso e autore di cinema nonchè amico fraterno del festival.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AURELIO GRIMALDI ” Cortosplash al Lido Splash è una sala cinematografica unica al mondo” con queste parole il presidente di giuria della II edizione di Cortosplash si è congedato dallo straordinario e numeroso pubblico del festival.

L’ultima giornata di “Splash Social Club” di sabato 25 luglio è stata dedicata alla presentazione del libro di Egidio Viola “L’Odissea a graphic novel” che ha chiuso il cerchio su storie e libri della Basilicata, richiamando il tema principe del festival cioè il mare. Lo scrittore ci ha raccontato il suo approccio alle arti grafiche a supporto della conoscenza di un opera così importante come L’Odissea. Dopo la proiezione degli ultimi corti in gara e i lavori di giuria per l’assegnazione dei premi, c’è stato il concerto del talentuoso artista Guglielmo Tasca che ha intrattenuto il pubblico tra musica etnica, popolare e canzone d’autore. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Press Splash 2015 GALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Un esperienza che non dimenticherò facilmente” Aurelio Grimaldi.
“E’ stata un esperienza bellissima” Dario Di Viesto.

evento su Facebook (diario di giorno) https://www.facebook.com/events/709203862538883/?active_tab=posts

articolo su TURSITANI

SASSILAND

EMMENEWS 1 ; EMMENEWS 2

ipse dixit 2015  del nostro guru Salvatore Verde

Salvatore Verde grazie, e ancora grazie, al direttore tumino e a tutti suoi collaboratori, al presidente grimaldi e alla giuria, al lido splash di rotondella e al pubblico intervenuto, assieme agli ospiti invitati. da ciascuno di loro ho imparato qualcosa, come dai film proiettati e premiati. una opportunità per me di rinnovare l’amore che nutro per il cinema, che continuo ad amare. sono e resto un sognatore reso cieco dalla passione, ma solo per poter guardare più lontano, fino dentro me stesso.

 

SPLASH AWARDS 2015

La giuria della II edizione di Cortosplash presieduta da Aurelio Grimaldi (regista) con Dario Di Viesto (regista) e Eleonora Cesareo (giornalista) ha assegnato i seguenti premi.

Primo premio assoluto:  Cuerdas di Pedro Solis Garcia (Spagna)

motivazione: Per la storia intensa di amicizia e solidarietà raccontata con leggerezza e delicatezza attraverso lo strumento dell’animazione. Un’amicizia speciale, un rapporto sincero e unico capace di superare barriere e pregiudizi, ispirato ad una reale esperienza vissuta dal regista

Premio del pubblico: Mahi va man  di Babak Habibifar (Iran)

Menzione speciale “mare che divide, mare che unisce”: 37 ° 4 ‘S  di Adriano Valerio (France / Italy)

Menzione speciale Fiction/documentario: Morte segreta di Michele Leonardi (Italy)

Menzione speciale animazione: Castillo y el armato di Pedro Harres (Brazil)

 Menzione speciale videoclip: Urn St. Tavern di Mattias Gordon (Germany / Sweden)

Menzione speciale sperimentale: Sawakuy Urubamba di  Francisco Javier Montoro Morales (Peru)

Menzione speciale Giuria: Whale valley  di Gudmundur Arnar (Iceland)

Premio Lido Splash (attribuito dallo staff del lido che ha ospitato l’evento): Nuvola di  Giulio Mastromauro (Italy)

Congratulazioni a tutti i vincitori della seconda edizione di Cortosplash!!!

ENGLISH

The jury of the second edition of Cortosplash chaired by Aurelio Grimaldi (director) with Dario Di Viesto (director) and Eleonora Cesareo (journalist) has awarded the following prizes.

First prize: Cuerdas Pedro Solis Garcia (Spain)

Motivation: For the intense story of friendship and solidarity told with lightness and delicacy through the medium of animation. A special friendship, a sincere relationship and one that can overcome barriers and prejudices, inspired by a real experience lived by the director

Audience Award: Mahi va man Babak Habibifar (Iran)

Special mention “sea that divides, sea that joint”: 37 ° 4 ‘S Adriano Valerio (France / Italy)

Special Mention Fiction / Documentary: Morte segreta Michele Leonardi (Italy)

Special mention animation: Castillo y el armado Pedro Harres (Brazil)

Special mention videoclip: Urn St. Tavern Mattias Gordon (Germany / Sweden)

Special mention experimental: Sawakuy Urubamba Francisco Javier Montoro Morales (Peru)

Special Jury Mention: Whale valley Gudmundur Arnar (Iceland)

Award Lido Splash (attributed by the staff of the beach that hosted the event): Nuvola Giulio Mastromauro (Italy)

Congratulations to all the winners of the second edition of Cortosplash !!!

Programma serate Cortosplah

spla1

Saturday morning di Marco Gallo (Italia) 3’25” (VIDEOCLIP)

L’isola che c’era di Alberto Gambato (Italia) 10’12” (FICT/DOC)

Mi primer beso di Albert Manich (Spagna) 18’28” (ANIMAZIONE)

We will see di Gaetano Plasmati (Italia) 10’ 39” (FICT/DOC)

Plantae di Antonio Bayardo Melgoza (Messico) 8’01” (FICT/DOC)

Mapas di Diego Pazó (Spagna) 5’30” (SPERIMENTALE)

Volta di Stella Kyriakopoulos (Grecia) 11’23” (FICT/DOC)

Sawakuy Urubamba di Francisco Javier Montoro Morales (Perù) 3’26” (SPERIMENTALE)

La valse mécanique di Julien Dykmans (Belgio) 5’47” (ANIMAZIONE)

Cratta di Fausto Romano (Italia) 21’10” (FICT/DOC)

Il girarrosto di Le Marchand Solenn (Italia) 2’10” (VIDEOCLIP)

Metros utiles di David Cervera (Spagna) 4’34” (FICT/DOC)

Cuerdas di Pedro Solis Garcia (Spagna) 10’52” (ANIMAZIONE)

Platillo puro di Bruno Teixidor (Spagna) 2’31” (SPERIMENTALE)

FUORI CONCORSO: MAL D’AGRI di Mimmo Nardozza
Salvatore Laurenzana e Marcella Di Palo

saranno presenti gli autori

spla2

Four postcards to Marta di Hernan Talavera (Spagna) 10’03” (SPERIMENTALE)

M’arrabatto di Andrea Cantisani (Italia) 20’23” (FICT/DOC)

Nuvola di Giulio Mastromauro (Italia) 16’11” (FICT/DOC)

Castillo y el armado di Pedro Harres (Brasile) 13’46” (ANIMAZIONE)

Terra mia di Walter Stomeo (Italia) 3’39” (VIDEOCLIP)

Me-parto di Josè Antonio Campos Aguilera (Spagna) 4’26” (FICT/DOC)

Morte segreta di Michele Leonardi (Italia) 13’13” (FICT/DOC)

Switch man di Hsun-Chun Chuang & Shao-Kuei Tung (Taiwan) 3’38” (ANIMAZIONE)

Ordinary days di Yuki Nino (Giappone) 2’45” (FICT/DOC)

Mahi va man di Babak Habibifar (Iran) 6’12” (FICT/DOC)

Musicide di Andres Ferriol Tugues (Spagna) 6’10” (ANIMAZIONE)

FUORI CONCORSO: ALICUDI NEL VENTO di Aurelio Grimaldi 

sarà presente l’autore

spla3

Wife, interrupted di Severin Roald (Norvegia) 10’22” (ANIMAZIONE)

Canile di Gaspare Russo e Massimiliano D’Agostino (Italia) 16’31” (FICT/DOC)

Urn St. Tavern di Mattias Gordon (Germania/Svezia) 4’34” (VIDEOCLIP)

Teatro di Ivan Ruiz Flores (Spagna) 15’00” (FICT/DOC)

Mano a mano di Ignacio Tatay (Spagna) 7’05” (FICT/DOC)

La riva di Nicola Ragone (Italia) 16’46” (FICT/DOC)

La valigia di Pier Paolo Paganelli (Italia) 14’51” (ANIMAZIONE)

37°4’ S di Adriano Valerio (Francia/Italia) 11’42” (FICT/DOC)

Whale valley di Gudmundur Arnar (Islanda) 15’29” (FICT/DOC)

ASPETTANDO LA PREMIAZIONE: GUGLIELMO TASCA Live acoustic

Ricordiamo inoltre che oltre ai premi che assegnerà la giuria, c’è il premio del pubblico con una grande novità.

Restate sintonizzati

Evento speciale fuori concorso (Venerdì)

Venerdì 24 Luglio il nostro guru Salvatore Verde, insegnante, giornalista, scrittore  e autore di cinema, introdurrà il film “Alicudi nel vento” di Aurelio Grimaldi presidente di giuria di questa II edizione di Cortosplash

Alicudi Stella 2 Manifesto

Dopo anni di tentativi, l’ex-maestro del carcere minorile di Malaspina, ora regista Aurelio Grimaldi, riesce ad ottenere un piccolo finanziamento per un documentario sulla scuola di Alicudi. Tutto sembra pronto ma il giorno stesso della partenza per l’isoletta per effettuare le riprese, la direzione della scuola gli revoca il permesso. Aurelio, superata a fatica la botta, però non demorde: copia il modello dell’indimenticabile Diario di un maestro di Vittorio De Seta (dove la scuola era stata ‘ricostruita’ nel pomeriggio, e il ruolo del maestro affidato all’attore Bruno Cirino) e organizza una nuova miniscuola di Alicudi, coinvolgendo anche gli adolescenti che l’avevano abbandonata, e torna a fare il maestro. Ma è più importante sapere qual è la capitale della Germania o come combattere la mafia? Saper mettere gli apostrofi o fare un dossier per il sindaco (a Lipari) sui problemi dell’isola? Per l’immarcescibile maestro, tutt’e due! Un documentario che racconta un’isoletta, lo strano vivere dei giovani e di tutti, ma anche un’idea sempre viva di scuola, pedagogia, scambio di umanità, bisogno di comunicare.

DUE O TRE COSE CHE SO SU AURELIO GRIMALDI (PT.2)

Sono nato a Modica il 22-11-1957. Mio padre (dirigente ferroviario) chiese trasferimento, nel 1959, nella sede più lontana dalla Sicilia. Gli viene assegnata Luino (VA), al confine con la Svizzera.

Ho vissuto in Lombardia fino al 1976, fino alla maturità scientifica, facendo lo studente, e praticando molti sport, soprattutto atletica leggera.

Tornato in Sicilia nel 1977 molto di malavoglia, per problemi di salute di mia madre, ho vissuto a Milazzo (ME) dal 1977 al 1981, laureandomi in Lettere all’università di Messina (con tesi sullo scrittore varesino Guido Morselli). Poi mi trasferii a Palermo per svolgere servizio civile.

Fui assegnato al Centro Sociale Villa Tasca occupandomi, in un anno bellissimo, di bambini svantaggiati alle soglie della devianza. Trovai casa nel popolarissimo quartiere della Vuccirìa, dove ho poi vissuto per undici anni.

Au con melogranoDecisi di rinunciare all’insegnamento alle superiori (fui incaricato proprio nel liceo scientifico della mia Luino!…) per provare a insegnare nelle scuole elementari. Preso il diploma magistrale da esterno, superato il concorso magistrale, trovai posto nel carcere minorile di Malaspina, dove vissi un’esperienza molto contrastata ma vivacissima e appassionante.

Allontanato dal carcere dopo 4 anni, per imperscrutabili “motivi di sicurezza”, nel frattempo avevo scritto il libro “Meri per sempre” e, grazie a quello, divenuto film di successo con la regia di Marco Risi, ero entrato nel “dorato mondo del cinema”.

Ho tre figli e vivo a Termini Imerese dal 1992 in una casa di campagna, facendo il pendolare con Roma in quelli che io chiamo “viaggi della speranza”: per tentare di realizzare i miei progetti cinematografici. Amo i gatti, il mare, la luce del sud, gli agrumi ma soprattutto le arance, i fichi d’india, i gelsomini e gli anemoni.

Sono d’accordo con Epicuro: ‘L’amicizia è il più grande dono degli dei.’

Evento speciale fuori concorso (giovedì)

La serata di giovedì 23 luglio,dopo il pomeriggio con Paolo Baffari e la proiezione dei corti in concorso, sarà dedicata alle problematiche ecologiche della Basilicata e alle estrazioni petrolifere, con la proiezione del film “Mal d’Agri”

MAL D’AGRI 

La Val d’Agri è una splendida valle tra l’Appenino lucano e quello campano, un’estesa pianura da sempre produttiva nel comparto agro-alimentare lucano; con la ripresa delle attività estrattive nel 1981 da parte dell’Agip, la zona si scopre essere il più grande giacimento petrolifero in terra ferma d’Europa e l’agro-alimentare ha lasciato posto all’industria petrolifera. La sola concessione denominata Val d’Agri ha un’estensione pari a 660 km quadrati. Ora è l’Eni a governare l’immensa ricchezza del sottosuolo lucano per tramite dell’enorme collettore/centro olio COVA nella zona industriale di Viggiano un piccolo paese valligiano di soli 3000 abitanti; dalla Val d’Agri arriva il 7% dell’intero fabbisogno nazionale, ben 85 mila barili giorno, quantità destinata a raddoppiare nei prossimi anni. Il documentario fotografa i disagi dei cittadini della valle che ormai da 20 anni subiscono l’industria petrolifera, disagi di matrice ambientale che di conseguenza sta creando non pochi problemi alla salute della gente.

Il video è frutto di un lungo lavoro sempre aperto, che continuerà a monitorare ciò che accade in Val d’Agri ed anche nel resto della Basilicata nei prossimi anni, data la sicura e continuata estrazione petrolifera che la nostra terra dovrà subire ancora; il lavoro è autofinanziato sin dal primo giorno in cui abbiamo approcciato alla vicenda del petrolio lucano non con pochi sforzi da parte nostra ma questo ci consente un’assoluta autonomia di pensiero e di veduta.

cover MALDAGRIGli autori:

Mimmo Nardozza è un giornalista freelance, vive e lavora a Potenza; già cronista sportivo dal 2006 è attualmente impegnato su tematiche connesse alle problematiche ambientali della regione in particolar modo sulle vicende che riguardano l’estrazione petrolifera in regione.
Salvatore Laurenzana è un fotografo/video maker professionista che opera da sempre in Basilicata, impegnato in una costante “fotografia critica” della sua regione;

Marcella Di Palo è una video maker materana. Dopo collaborazioni all’estero nel campo dell’audio-visivo, oggi lavora nella sua regione con un approccio di tipo documentaristico ed un occhio particolare per le tematiche sociali.

GIOVEDì 23 Luglio Mimmo Nardozza e Salvatore Laurenzana saranno presenti al Lido Splash

tondo3

SPLASH SOCIAL CLUB (SABATO)

L’ultima giornata di “Splash Social Club”  sarà dedicata alla presentazione del libro di Egidio Viola L’Odissea a graphic novel”   che chiude il cerchio su storie e libri della Basilicata, richiamando il tema principe del festival cioè il mare.

odis-1-211x300 (1)

L’ ODISSEA

a graphic novel

Questa lettura dell’Odissea di Omero in graphic novel non è una novità nel panorama internazionale ma certamente è un lungo, dettagliato e meticoloso lavoro creativo che proponiamo al pubblico italiano. A nostro avviso l’Odissea rappresenta il Big Bang della cultura occidentale, è l’inizio dal quale parte tutto e ispira tutto: un mito e mitologia inesauribile e sempre attuale ora e in futuro. É il DNA di noi occidentali. Ridurlo in un racconto grafico è una sfida e un azzardo, ma l’autore è riuscito a concretizzarlo in splendide, a volte ambigue, immagini che ci rimandano a una sensibilità molto particolare che si innerva al racconto affrontato. É un grande lavoro che in centinaia di scene e migliaia di immagini ci proietta nel clima di questo splendido libro. Non a caso Stanley Kubrick intitolò il suo viaggio spaziale 2001 Odissea nello spazio e la NASA ha chiamato CURIOSITY la sonda che sta esplorando il suolo marziano: Questo curiosity è una versione, un vezzo, che rimanda sempre lì, al nostro libro fondamentale.

Vito Maggio

egidio

Egidio Viola è nato a Latronico nel 1968. Appassionato disegnatore, oltre che ricercatore, collabora con Vito Maggio dal 1999 con il quale ha prodotto, tra l’altro, “Olio è salute” e “Vod@fone, la principessa mutante”. L’idea di riprodurre l’Odissea di Omero in un racconto grafico gli venne sul finire degli anni ’90 ma è riuscito a portarla a compimento solo nel 2008 ed a pubblicare il libro nel 2014. In preparazione un racconto grafico su Margherita Hack.

SABATO 25 Luglio, Egidio Viola sarà al Lido Splash tondo1